Pensi che il curriculum tradizionale sia morto? Quello che viene dopo?

Il curriculum è morto. L’era dell’artista viene dopo.

Credo così tanto che ho persino scritto un libro con quel titolo. Sul serio.

Ecco una breve storia sul mio amico che illustra il perché:

Un giorno d’estate, Matt Epstein fece domanda a 20 diverse aziende su LinkedIn per trovare lavoro. Lui ha aspettato. E ho aspettato.

Non ha mai sentito una sola risposta. La paura cominciò a insinuarsi. Non riuscì a trovare un lavoro a causa di una semplice ragione: si stava fondendo con le masse. Il panico cominciò a correre nella sua mente. Forse non so cosa sto facendo. Seriamente, che diavolo ci faccio qui?

Fece un respiro profondo, fece un passo indietro e valutò la situazione.

E poi un colpo di genio lo colpì.

Sarebbe stato audace. Inspiring. Oltraggioso. Awkward. Divertente. Incredibile.

Fu in questo momento che Matt Epstein creò la campagna di lavoro più virale e di successo della nostra vita.

http://Googlepleasehire.me è nato.

Al termine della sua campagna, aveva accumulato questi risultati:

* Ricevute 80 offerte di interviste da aziende come Google, Salesforce, Microsoft, Amazon, Etsy e SigFig (tra le altre)

* Ha ricevuto oltre 400.000 visite uniche e 720.000 visualizzazioni di pagina per www.googlepleasehire.me

* Ha ricevuto un aumento del 36.000% del traffico dei visitatori per il suo blog personale www.matthew-epstein.com

* Ha ricevuto oltre 450.000 visualizzazioni YouTube

* Ha ricevuto 20.000 Mi piace di Facebook, 4.800 Tweet e 4.100 Google +

* Ha ricevuto oltre 3.300 nuovi follower su Twitter

* Ha ricevuto oltre 20 offerte per monetizzare il suo marchio / successo virale

* Ricevute oltre 550 richieste ed e-mail su LinkedIn

* Ricevuto e risposto personalmente a oltre 2.000 e-mail da persone di tutto il mondo ringraziandolo, augurandogli buona fortuna e dandogli parole di incoraggiamento

* Ricevuto copertura stampa, online e TV in tutto il mondo. Dalle apparizioni in TV ad Atlanta e San Francisco agli articoli di notizie online su TechCrunch, Gizmodo, Hacker News, UOL (il più grande giornale in Brasile), Sueddeutsche (un grande giornale in Germania) fino ai Social Media di Berlino, dove sarà utilizzato come caso di studio sui social media. Ci sono letteralmente dozzine su dozzine di altri articoli e interviste (Washington Post, Wall Street Journal)

In che modo Matt è stato in grado di ottenere pubblicità da quasi tutti i grandi media, generare una vasta base di fan e raccogliere 80 offerte di interviste da aziende di alto livello e innovative mentre così tanti di noi devono chiedere una singola intervista?

Cosa sa Matt Epstein che non lo sappiamo?

È davvero semplice.

Matt ha riconosciuto un fatto fondamentale …

Il curriculum è morto

Siamo diventati zombi.

Deve … sai … qualcuno … per … ottenere … un … lavoro …

Deve … inviare … un … carta … resume …

Must … uso … copertura … lettera … modelli …

Dal giorno in cui siamo nati, le nostre scuole e università ci hanno fatto il lavaggio del cervello per vivere in un mondo standardizzato. Quasi tutto ciò che puoi immaginare è stato standardizzato. Dai libri di testo, lezioni e prove alle nostre personalità e persino alla nostra creatività.

Marciamo insensatamente gli ordini di essere puntuali, di fare i compiti e di fare i test in alto, solo per scoprire che nel mondo reale questo è tutt’altro che sufficiente per prepararci per una carriera di successo.

Ci hanno insegnato che se seguiamo le “regole”, otterremo il lavoro da sogno che abbiamo sempre chiesto. E anno dopo anno, molti di noi continuano a seguire queste regole come un mare di zombi senza cervello.

Le regole erano:

  • Ottieni buoni voti (quanto più vicino a 4.0 GPA per favore!)
  • Scrivi un curriculum (che sembra quello di tutti gli altri)
  • Invialo a un’azienda (online o di persona)
  • Colloquio
  • Risciacquare e ripetere con più società
  • Incrocia le dita e spera che qualcuno ti assuma

Ammettilo, hai già seguito questo processo, vero? Non è difficile capire perché. Dopotutto, è facile (e tutti amiamo il grande pulsante rosso facile, no?). Ma è esattamente per questo che è inefficace. È così facile che tutti lo fanno . E seguendo queste regole, ti sei messo esattamente tra le masse.

La messa è noiosa. La messa è tipica. La massa è nella media.

Indovina un po.

Vale la pena essere diversi.

Se vuoi ottenere il lavoro dei tuoi sogni, devi pensare fuori dagli schemi.

Che ne dici di scrivere un blog così avvincente che i lettori lo trasmettano ai loro amici?

Che ne dici di girare un divertente video di YouTube sul perché sei la soluzione migliore per il lavoro?

Che ne dici di raccontare la tua storia attraverso un sito Web?

I reclutatori desiderano ardentemente ascoltare una storia unica che possono raccontare ai loro amici. Nell’era di Youtube, Twitter e Facebook, queste storie vengono raccontate più velocemente che mai.

Le persone vogliono essere stupite. Le persone vogliono essere intrattenute. Le persone vogliono essere ispirate.

Fuori con il banale e dentro con lo straordinario. Lascia andare tutte le informazioni tradizionali che ti è stato detto sulla ricerca di lavoro. Ignorare i modelli robotici di lettere di accompagnamento. Elimina i curriculum incredibilmente noiosi che non riescono a raccontare la tua storia. È tempo di venire a patti con la comprensione di come funziona il mondo per coloro che sono straordinari.

L’era del curriculum è ufficialmente finita.

Il curriculum è morto.

Se vuoi più aiuto sulla tua carriera, visita il mio sito www.ceolifestyle.io per ulteriori suggerimenti.

Anche se questo è stato pubblicato qualche tempo fa, questa domanda si presenta di volta in volta, quindi volevo confermare che il curriculum tradizionale non è ancora morto, né lo farà presto.

Come resume pro e autore di profili LinkedIn, ho scritto un articolo nel dicembre 2013 e posso confermare che i fatti sono veri fin dall’inizio del 2015.

Estratto dell’articolo:
… Volevo condividere alcune idee su una tendenza emergente. Quest’anno mi sono trovato a lavorare sempre di più con nuovi clienti solo sul loro profilo LinkedIn. Hanno riconosciuto l’importanza della loro immagine [pubblica] pubblica e professionale e hanno voluto iniziare lì, il che andava bene.

Ma cos’altro ho notato? Quegli stessi clienti stavano tornando da me poco dopo per il loro curriculum.

Perché? Perché i responsabili delle risorse umane, i reclutatori e i cacciatori di teste che hanno trovato [questi candidati online] avevano ancora bisogno di un curriculum per passare alle autorità di assunzione e soddisfare i loro requisiti per la presentazione dei candidati attraverso il loro sistema di tracciamento dei candidati (ATS).

Cosa significa questo per te? È un piccolo lavoro extra, ma sei ancora un passo avanti, essendo consapevole che mentre [la rete e] i tuoi [profili online] possono aprire le porte, il tuo curriculum è ancora un passo necessario verso la conclusione dell’affare.

Puoi consultare il mio articolo completo, Perché LinkedIn e il tuo curriculum vanno di pari passo, se lo desideri, ma penso che tu ne abbia un’idea – non scrivere ancora il curriculum!

E per rispondere alla domanda su cosa verrà dopo? La risposta è che ora sta succedendo il prossimo: devi gestire in modo proattivo la tua reputazione online e, se non altro, devi almeno stabilire il tuo marchio professionale su LinkedIn.

No, il curriculum tradizionale non è morto, ma non è l’intera storia nel mercato del lavoro competitivo di oggi. Come suggeriscono le tue domande, si sta verificando un’evoluzione e tutti stanno cercando di trovare l’app rivoluzionaria rivoluzionaria che rivoluzionerà la ricerca di lavoro e il reclutamento. Probabilmente il cambiamento più grande e duraturo è già con noi: LinkedIn.

Al massimo, LI è il tuo curriculum online. Quindi il curriculum è andato via, o semplicemente adattato? Ho un po ‘di entrambi. Non ti presenteresti mai per un colloquio senza un curriculum, ma quel documento potrebbe essere o meno il modo in cui ti trovi. Un profilo LI forte, spesso basato su un ottimo curriculum, è un modo per essere scoperto, ma tutt’altro che unico. La tua presenza sul web, la reputazione nel tuo settore, la tua rete e altri fattori svolgono un ruolo enorme.

I curriculum saranno con noi per un po ‘, ma sono solo una parte di qualsiasi strategia di marketing professionale di successo. Vedi il mio blog per un recente articolo sull’argomento: http://wp.me/p1lmEk-7T