I social media sono stati usati per convincere gli elettori che Hillary Clinton era storta?

Credo che persone diverse abbiano utilizzato una varietà di fonti per comprendere le elezioni. Molti erano basati sui fatti, ma una grande maggioranza era basata sulla propaganda per entrambi i candidati. Nel nostro mondo di morsi di suono, meme e interessi egoistici è sempre più difficile trovare fonti imparziali e imparziali.

Quindi, in risposta alla tua domanda, dipende dall’individuo e da quanta ricerca hanno fatto, e se hanno già predisposto o meno un pregiudizio sul candidato. Per quanto riguarda la tua domanda, molta attenzione è stata data alle cose che ha fatto di sbagliato, e non era infallibile (ma chi lo è). L’attenzione avrebbe dovuto essere focalizzata su ciò che entrambi i candidati avevano apportato in termini di cambiamento e gli esiti che le loro proposte avrebbero significato per le persone, non ciò che ciascuno di loro aveva in termini di sordido passato.

Spero che le persone e i media possano imparare da questo. Sono rattristato per entrambi i candidati e per le storie su cui ci siamo tutti concentrati anziché sui problemi reali.

Sì. Aziende come Facebook e Twitter hanno ampiamente sottovalutato la capacità di governi stranieri, manifesti a pagamento e produttori di malizia di manipolare i loro algoritmi. Hanno bevuto il loro Kool-Aid sull’apprendimento automatico. Sono state create “bolle filtranti” e perpetuati e rafforzati tutti i tipi di falsità, con le AI che hanno amplificato questo effetto (e sì, c’era una tendenza a perpetuare anche alcune bugie su Trump, allo stesso modo, anche se non su un tale su larga scala).

A partire dall’11 novembre, Facebook ha ammesso che deve migliorare la sua cura algoritmica del feed.

Purtroppo è troppo tardi.

Non era necessario essere sui social media per essere convinti, la stampa ha fatto davvero un ottimo lavoro nel convincerci …

Ma sì … è stato usato